Cosa sono le cambiali: la guida completa

Tempo di lettura: 10 min

Ampiamente diffuse fino agli anni Ottanta, le cambiali sono state sostituite da metodi di pagamento più moderni. Tuttavia, per quanto non utilizzate con frequenza esistono ancora. Vediamo che cosa sono, come si compilano e quali sono le differenze principali rispetto agli assegni.

Hai bisogno di un esempio di tabella di previsione? Scarica il tuo Excel gratuito!

CTA blog - modello Excel Bilancio Previsionale

Cosa sono le cambiali

La cambiale è un titolo di credito, ovvero un documento che attesta l'esistenza di un debito e di un credito. La sua emissione fa acquisire al titolare il diritto di riscuotere una somma di denaro. Esistono due tipologie principali di cambiali:

  • Pagherò=promessa di pagamento
  • Tratta=ordine di pagamento

Che differenza c’è tra cambiale e assegno?

Tra cambiale e assegno esistono profonde differenze. A partire dalla funzione. Se l’assegno rappresenta un ordine alla banca di pagare una specifica somma di denaro al beneficiario, entro una determinata data, la cambiale, invece, è utilizzata come garanzia di un pagamento.

Ma non solo. Significative differenze ci sono nei:

  • Soggetti coinvolti - nel caso dell’assegno la promessa di pagamento è fatta dal debitore al creditore mentre nella cambiale è possibile richiedere a un terzo di pagare in propria vece;
  • Casi di inadempienza - la cambiale, a differenza dell'assegno, è un titolo esecutivo che consente al creditore di avere solide garanzie in caso di inadempienza del debitore, dato che permette di avviare il protesto del debito e l’esecuzione forzata nei suoi confronti. Questo non avviene con l’assegno post-datato, pur avendo effetto simile a quello delle cambiali, perché il pagamento non è immediato, ma spostato in data futura;
  • Costi - rispetto all'assegno, la cambiale comporta costi aggiuntivi come il versamento dell’imposta di bollo in maniera proporzionale al valore della cambiale.

Quando si fa una cambiale?

Approfondiamo il concetto di cambiale come strumento che attesta l'esistenza di un debito vantato da un soggetto e di un credito vantato da un altro soggetto. Immaginiamo una situazione di questo genere: un commerciante che emette la fattura nel momento in cui effettua la vendita di merci; il compratore riceverà la fattura, che in questo caso sarà di acquisto. Poniamo che la fattura abbia pagamento differito, ovvero che il venditore conceda del tempo al compratore per effettuare il pagamento.

Il venditore per essere ancora più certo che quel pagamento avverrà, può chiedere il rilascio di una cambiale, quindi di uno strumento che non rappresenta il pagamento del saldo della somma dovuta, ma un'attestazione ulteriore dell'esistenza del debito del compratore e del credito del venditore. Debito e credito ovviamente si estingueranno nel momento in cui il compratore pagherà alla scadenza concordata attraverso uno dei mezzi di pagamento che già conosciamo, quindi assegni, bonifici, contanti o moneta elettronica.

Nel momento in cui viene rilasciata una cambiale, per il venditore sorge un credito perché il venditore deve essere ancora pagato, quindi la cambiale che riceve sarà cambiale attiva. Per il compratore invece sorge un debito, quindi la sua cambiale sarà  passiva. Come abbiamo accennato, debito e credito si estinguono quando il compratore effettuerà il pagamento alla scadenza e secondo gli strumenti concordati.

IT - CTA - Cash flow previsionale

Quali sono i tipi di cambiali?

Vediamo adesso qual è la differenza tra le due tipologie di cambiali di cui abbiamo accennato, pagherò e tratta.

Pagherò

1- Solo due soggetti:

  • emittente (debitore);
  • beneficiario (creditore);

2- Contenuto

  • promessa di pagamento

3- Emissione

  • emesso dal debitore verso il beneficiario;

Tratta

1- Tre soggetti

  • traente (ordinante)
  • trattario (riceve l'ordine)
  • beneficiario

2- Contenuto

  • ordine di pagamento;

3- Emissione

  • è spiccato dal traente che ordina al trattario (che accetta) di pagare un terzo soggetto, il beneficiario.

Ecco un esempio concreto per capire meglio. Abbiamo tre soggetti: A, B, C. Il soggetto A vanta allo stesso tempo un credito verso il soggetto B, ma ha anche un debito verso C. In questa situazione, è possibile che A spicchi una tratta attraverso la quale ordina a B di effettuare il pagamento nei confronti di C. In questo caso, A è detto traente, B è il trattario mentre C, il beneficiario.

Come si compila una cambiale

Premesso che la cambiale è acquistabile in tabaccheria, a seconda di come viene compilata saremo di fronte a un pagherò o una tratta. In generale, la compilazione è molto semplice poiché guidata e molto simile a quella dell'assegno. Vediamo i dati principali:

  • data a luogo di emissione;
  • importo scritto in cifre e lettere;
  • al (nome del beneficiario);
  • firma di colui che compila il modello - se si tratta di un pagherò firmerà l'emittente, colui che promette di pagare; se invece siamo di fronte a una tratta firmerà il traente, quindi non colui che promette di pagare ma colui che ordina di pagare un altro soggetto, detto trattario;
  • debitore - cognome e nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, indirizzo di residenza o di domicilio di colui che deve effettuare il pagamento. Questo campo va compilato in maniera differente in base a tratta o pagherò. Se stiamo compilando un pagherò, ci andranno i dati del debitore, ovvero di colui che deve effettuare il pagamento e quindi i dati dell'emittente. Nel caso della tratta, andranno i dati del trattario, ovvero il soggetto che deve effettuare il pagamento, che non è lo stesso soggetto che compila il documento;
  • domiciliazione - qui va riportato il luogo e l'indirizzo in cui deve avvenire il pagamento: solitamente è una banca d'appoggio;
  • scadenza - le cambiali possono avere varie scadenze:
    • a vista - la cambiale deve essere pagata al momento della presentazione al debitore da parte del beneficiario e comunque entro l'anno della data di emissione;
    • a giorno fisso - la cambiale deve essere pagata nel giorno espressamente indicato;
    • a certo tempo vista - la cambiale deve essere pagata dopo un certo periodo di tempo dalla presentazione al debitore da parte del beneficiario. Per esempio, scadenza "60 giorni vista" presentata il primo aprile vuol dire che la scadenza sarà il 31/05;
    • a certo tempo data - la cambiale deve essere pagata dopo un certo periodo di tempo dalla sua emissione. Ad Esempio, "3 mesi data" con cambiale emessa il primo settembre vuol dire che la scadenza sarà 1/11
  • pag - se stiamo compilando un pagherò, scriveremo "pagherò" perché si tratta di una promessa di pagamento; se stiamo compilando invece una tratta, che rappresenta un ordine di pagamento completeremo la parola non con pagherò bensì con "pagate per questa cambiale”.

IT - WP previsione di cassa

Come si incassa una cambiale

Alla scadenza del titolo, il beneficiario potrà recarsi nel luogo e indirizzo indicati su di esso, anche se di norma ci si reca in banca, la quale a sua volte provvede all’incasso tramite la filiale del luogo indicato. 

L'importanza della marca da bollo

Nel momento in cui viene emessa una cambiale o spiccata una tratta è necessario pagare una marca da bollo. Si tratta di un elemento essenziale, il cui importo deve essere calcolato in modo corretto. In caso contrario, la cambiale perde di qualsiasi valore. 

La definizione del suo valore segue la regola seguente:

  • cambiali emesse e pagabili in Italia: 12 per mille sul valore delle cambiale;
  • cambiali emesse verso aziende di credito: 11 per mille dell'importo della cambiale;
  • cambiali emesse in Italia e pagabili all'estero: 9 per mille dell'importo della cambiale.

Quindi, nel caso di un pagherò emesso per 10.000 euro, la marca da bollo applicata deve ammontare a un valore minimo di 110 euro, che sarebbe l’11 per mille su 10.000 euro. Se queste formalità non vengono rispettate, il titolo perde la sua esecutività e quindi il creditore non ha più le garanzie di cui godrebbe in caso di inadempienza del debitore.

L'avallo: quando interviene un garante

Ultimo aspetto da considerare quando si parla di cambiali è il cosiddetto avallo. Non è obbligatorio, ma può essere richiesto dal creditore. Si tratta di un intervento da parte di un soggetto terzo (avallante), affinché garantisca il pagamento del debitore (avvallato). In altre parole, l'avallante è nient'altro che un garante. Ovviamente se il debitore non effettua il pagamento, l'avallante è obbligato a pagare in quanto garante del pagamento.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo analizzato a grandi linee che cosa sono le cambiali e le principali caratteristiche. Come già accennato, si tratta di strumenti attualmente poco utilizzati. Questo perché i venditori, nel caso di pagamenti ritardati o dilazionati, si coprono le spalle in altro modo, magari verificando la loro solvibilità oppure richiedendo una fideiussione bancaria, oppure sancendo l’accordo in un contratto scritto. Insomma, le alternative sono diverse, ma tutte hanno un obiettivo: quello di evitare di trovarsi di fronte a clienti che non pagano e che, di conseguenza, rischiano di creare problemi di liquidità all’azienda. 

Monitora i flussi di cassa con un software dedicato per evitare crisi di liquidità

Sapevi che esistono strumenti che ti consentono di tenere sempre sotto controllo il livello di liquidità della tua azienda? Si tratta di software per la gestione del cash flow, come Agicap.

In pochi clic, Agicap ti permette di sincronizzare i tuoi conti bancari e i dati dei tuoi tool aziendali (contabilità, CRM e fatturazione) per ottenere una visione completa e aggiornata della tua cassa.

In questo modo, potrai abbandonare i complicati file Excel che sono difficili da tenere aggiornati, non offrono una visione grafica della situazione e soprattutto vanno alimentati continuamente e manualmente con il rischio di commettere errori di inserimento.

Vuoi fare previsioni di cassa fino a 12 mesi? Agicap ti offre anche la funzione di tesoreria previsionale, per prendere le migliori decisioni per il tuo business sulla base di dati affidabili.

Vuoi saperne di più? Inizia subito la prova gratuita e senza impegno!

IT - CTA - Demo


Iscriviti alla nostra newsletter

Potrebbe interessarti anche